Auguri di Buon Natale dal Dirigente Scolastico

L’anno che verrà

Quest’ anno così difficile si sta per concludere.
Nessuno avrebbe mai immaginato, solo 10 mesi fa, che ci saremmo trovati in una situazione nella quale si dovesse decidere la chiusura delle scuole. Per molte fasce di popolazione le difficoltà non si sono limitate solamente alla scuola. Problemi nell’ambito della salute, dell’economia, delle relazioni umane: sono solo alcuni degli aspetti che la pandemia ha criticizzato.
Giacomo Leopardi, nel “Dialogo di un venditore d’almanacchi e di un passeggere” scrive che “a patto di riavere la vita di prima, con tutto il suo bene e il suo male, nessuno vorrebbe rinascere”. Intendendo che, in corrispondenza della fine di ogni anno, ci auguriamo un nuovo inizio, un periodo che sia diverso dagli anni trascorsi.
Ebbene, credo che quest’anno, per la prima volta nella nostra vita vorremmo proprio che il nuovo anno fosse uguale a tutti quelli che abbiamo trascorso prima del 2020. Anni con il loro carico di gioia, di dolori, di piaceri, di trepidazioni, ma anni in cui, comunque, avevamo aspettative di miglioramento.
La pandemia, purtroppo, per molti mesi ci ha tolto questa prospettiva di sviluppi positivi.
Ora, finalmente, si intravede la possibilità di uscire da una situazione di assenza di speranza. Il prossimo anno, veramente, non potrà che essere migliore dell’anno che stiamo per lasciare, e questa è una condizione nella quale nessuna generazione nata dopo il secondo conflitto mondiale si è trovata. Potremo finalmente vedere quella luce che da molte settimane tutti noi stiamo aspettando. Ne uscirà un mondo peggiore o migliore? Credo che basterebbe sia partorita una realtà abbastanza simile a quella che ci siamo lasciati alle spalle lo scorso febbraio.
In conclusione, nella certezza che il nuovo anno sarà migliore, formulo a tutte le componenti della scuola, agli studenti, alle loro famiglie e al personale scolastico gli auguri per un buon Natale e un felice Anno Nuovo.
 
Il Dirigente scolastico
Massimo Viganò